fbpx

Regali aziendali:

perché è importante farli ai vostri clienti e dipendenti

Tanti sono i modi per promuovere un brand, dargli visibilità e fidelizzare i clienti, ma i più apprezzati erano e rimangono sempre i cosiddetti regali aziendali – che dai gadgets ai corporate gift – offrono centinaia di opzioni. I gadget promozionali solitamente vengono offerti sia ai nuovi che ai potenziali clienti incontrati durante eventi, fiere, manifestazioni, oppure i clienti che maggiormente hanno acquistato durante l’anno, risultano essere quindi un valido supporto per costruire una buona immagine aziendale.

La scelta degli oggetti da donare dipende da molti fattori: che tipo di azienda siete, dall’immagine che volete comunicare e dalla vostra filosofia e mission, come anche dal budget a disposizione. Tante possono essere le occasioni per omaggiare clienti e dipendenti, ma non si deve dimenticare il Natale! Un regalo di Natale originale diventa un segnale concreto di riconoscenza, fidelizza e rafforza la relazione commerciale: è un gesto sicuramente apprezzato e che contribuisce a differenziarvi dai concorrenti e a farvi ricordare.

Un regalo di Natale è uno strumento di comunicazione e di marketing a tutti gli effetti. Inoltre è detraibile e deducibile dalle tasse, quindi anche conveniente.

Quali sono le regole da seguire per il perfetto regalo aziendale?

Spesso i regali aziendali finiscono dimenticati in un cassetto o, peggio ancora, abbandonati nel cestino più vicino.

Eccovi quindi una serie di regole da mettere in pratica per fare bella figura e non rischiare il “dimenticatoio”:

  • Qualità: Pur con un occhio al risparmio, dovete assicurarvi della qualità dell’oggetto che andrete ad omaggiare. In caso contrario rischiereste di ledere l’immagine aziendale in modo irrecuperabile.
  • Sobrietà: i regali sono pensati per mostrare gratitudine e vanno fatti senza esagerare (alcune grandi corporation hanno policy aziendale che vietano ai dipendenti di accettare regali per non compromettere la loro integrità, è pertanto buona norma accertarsene).
  • Utilità: un oggetto che non ha alcuna funzione, ha un alto rischio di finire dimenticata in fondo ad un cassetto e non svolgere la funzione per cui è stata donato.
  • Sorpresa: una cosa originale e inaspettata può davvero giocare a vostro favore.
  • Unicità: qualsiasi cosa scegliate di regalare, rendetela speciale con una frase d’auguri o un tocco personale. Ciò aumenterà la brand awareness e quindi la popolarità del vostro brand.

I destinatari

I destinatari dei regali aziendali sono i dipendenti, in occasione di ricorrenze, feste per celebrazioni di date o eventi particolari: non dev’essere necessariamente una festa ufficiale, può essere anche una ricorrenza legata alla vita dell’azienda o del team: la costituzione dell’attività, il decimo anniversario, il milionesimo cliente, un incremento del fatturato: sono tutte opportunità per farsi ricordare e per decidere di regalare ai propri dipendenti dei gadgets aziendali…anche personalizzati!

O i clienti: per Natale, Pasqua, la Festa delle donne, del papà tutti eventi…che possono essere sfruttati per abbinare al proprio prodotto un piccolo dono e lì, entriamo nel vasto mondo dei gadgets promozionali.

Una forma di promozione? Senza dubbio, ma che, come dicevamo all’inizio, risulta sicuramente più gradevole di un banale flyer pubblicitario.

Quelli personalizzati...

Ma quali sono, al giorno d’oggi, i regali aziendali più diffusi e più apprezzati da chi li riceve? Innanzitutto, diciamo che le infinite possibilità offerte da internet e dalla tecnologia hanno reso questa pratica decisamente più ricca e fantasiosa. È possibile sfruttare a pieno le potenzialità della rete e griffare con il marchio della propria azienda praticamente tutto, non solo limitandosi a matite, bloc-notes, moleskine o quaderni, magari cogliendo la fantastica occasione di utilizzare merce in stock, riuscendo nell’intento di regalare la qualità a costi bassi. Basta scegliere tra i migliori fornitori di questi servizi e avrete la possibilità di personalizzare con il nome della vostra attività virtualmente ogni oggetto.

Per esempio: avete clienti che vivono immersi nella tecnologia? Potreste pensare a un’infinità di accessori personalizzati. Dalle chiavette usb con il logo aziendale ai tappetini per il mouse, oppure, se volete investire un po’ di più, cover per smartphone o tablet, o perfino custodie per laptop. Non possono mancare poi le cosiddette tote bag, le borse di tela che sì, sono sicuramente uno degli oggetti più cool e trendy che potete pensare per le vostre personalizzazioni, soprattutto se avete a che fare con una clientela mediamente giovane.

Valuta i preventivi: https://b2b.toppartners.it/catalogo/vendita/

I nuovi classici

Ci sono poi i grandi classici che non tramontano mai: come le tazze, gli oggetti da cucina o meglio cofanetti gourmet di prodotti alimentari made in Italy (una rivisitazione dei vecchi cesti alimentari), un regalo utile, gustoso e pregiato che mette d’accordo tutti i palati, facilmente personalizzabili oltre ad essere un valido contributo del nostro patrimonio culinario nazionale. Un’altra grande area tematica è poi quella dei regali per chi è spesso in giro, per lavoro o per svago: portachiavi, ombrelli, accendini fanno sempre un’ottima figura, così come anche il genere degli articoli prodotti in modo consapevole ed ecologico. Stiamo parlando ad esempio di orologi da parete o shopper o articoli di cancelleria realizzati in materiale riciclabile, o di powerbank o torce ad energia solare. Infine, c’è poi il capitolo-abbigliamento, anch’esso un evergreen: magliette, felpe, k-way, cappellini, sono tutti oggetti ampiamente personalizzabili e in cui pensare di inserire il vostro logo, o con un classico piccolo stemma all’altezza del cuore oppure in formato gigante sulla schiena.

Una valida alternativa per risparmiare

Un’altra valida alternativa sono i buoni shopping che oltre ad essere un regalo versatile e adatto ad ogni esigenza, permette al datore di lavoro di erogarli con facilità e di ottenere una detrazione fiscale fino a 258€/anno per dipendente. Sono solitamente spendibili in oltre 10.000 punti vendita e spesso utilizzabili anche come buoni benzina. Infine dal 2017 i buoni regalo sono entrati a far parte del welfare al quale, per alcune tipologie di contratto, il datore di lavoro deve adempiere per obbligo. Ricapitolando, per questi buoni multiuso:
  • La cessione effettuata dalla società emittente all’azienda cliente non è assoggettata ad IVA
  • La distribuzione dei buoni a dipendenti, clienti e fornitori non è assoggettata ad IVA
  • La cessione dei beni o prestazione dei servizi da parte dell’esercizio convenzionato a favore del portatore del buono acquisto è assoggettata ad IVA

Più facile di così!

  • Scegli ciò che ti piace
  • Compila il form
  • Attendi il contatto

Con Top Partners risparmi tempo e denaro: trovi la risposta alle tue esigenze, entri velocemente in contatto con una selezione di fornitori ed ottieni le offerte più competitive sul mercato.

top partners

Ancora indeciso?
Lasciati consigliare da noi!